Tra i vari social media utilizzi Snapchat? Ti capita mai di trovarti a scorrere il tuo telefono senza pensieri? Basta semplicemente toccare le varie app per vedere cosa sta succedendo?

È il metodo preferito per ammazzare il tempo quando si è in viaggio o in attesa che il proprio programma televisivo ritorni da una pausa pubblicitaria. Il modo per produrre contenuti eccezionali sui social media è di essere accattivante per il proprio target. Letteralmente – i tuoi contenuti devono saltare fuori dai feed dei social media per far smettere all’utente occasionale di scorrere e leggere, guardare o fare clic su di esso.

A tal fine vogliamo aiutarti a imparare dagli errori che abbiamo visto su Snapchat che non ci fanno desiderare di fare clic per saperne di più. 8 errori comuni su Snapchat che potresti fare.

1. Le tue storie sono troppo lunghe

Il problema: la tua storia è composta da troppe immagini e video.

La soluzione: mantieni la tua storia a 10 scatti o meno e rendili di grande impatto.

Fare clic è un duro lavoro. Beh, non è esattamente un lavoro estenuante, ma gli utenti di Snapchat non vogliono passare un sacco di tempo facendo clic su una miriade di Snap per arrivare al succo del discorso. Se il tuo messaggio non può essere comunicato rapidamente, ciò non significa che non sia un messaggio importante, ma potrebbe non essere la soluzione migliore per una storia effimera di Snapchat.

Ecco un esempio di storia ben fatta su Snapchat da Netflix. È composto da 10 Snap che raccontano efficacemente una storia senza impiegare troppo tempo o annoiare lo spettatore:

2. Le tue storie sono troppo brevi

Il problema: la tua storia è talmente breve da essere disinformativa.

La soluzione: assicurati che le tue storie abbiano un contesto sufficiente per avere un senso.

Non esagerare con l’essere concisi e assicurati di pubblicare abbastanza Snap affinché la tua storia abbia una narrativa chiara. Usa testo, emoji e narrazione per fornire un contesto per lo spettatore in modo che la tua storia sia memorabile e utile.

3. Pubblichi storie troppo spesso

Il problema: stai postando troppo frequentemente Snapchat Stories.

La soluzione: pubblica più storie di impatto a una frequenza più bassa e suddividi gli snap durante la giornata. Tutte le piattaforme di social media sono diverse e dovresti postarle diversamente. Ciò che funziona su Twitter o Instagram non funzionerà esattamente su Snapchat e ti consigliamo di postare solo una o due volte a settimana su Snapchat.

Inoltre, più recentemente hai pubblicato uno Snap nella tua storia, più alto sarà il nome del tuo brand nell’elenco “Aggiornamenti recenti“. Quindi, quando pianifichi i tuoi scatti per una storia, non pubblicarli tutti in una volta. Distribuiscile nel corso della giornata in modo che gli scrollers distratti vedano il nome del tuo brand nella parte superiore del loro feed ogni volta che accedono.

4. Le tue storie non offrono alcun modo per impegnarsi

Il problema: la tua storia su Snapchat non include un invito all’azione.

La soluzione: includi richieste di risposta, cattura uno screenshot o visita un sito web.

Se stai utilizzando Snapchat per un marchio, assicurati che ci sia un invito all’azione per il tuo spettatore. Ti suggeriamo di chiedere agli spettatori di interagire dall’app Snapchat rispondendo a Snap, alle immagini con lo screenshot o al tuning in per altre notizie in un secondo momento. Puoi indirizzare gli spettatori al tuo sito web chiedendo loro anche di eseguire lo screenshot di un URL.

Guarda questo esempio della NASA su Snapchat che guida gli spettatori al suo sito web:

5. Le tue storie sono troppo simili

Il problema: tutte le tue storie contengono le stesse persone o temi.

La soluzione: dai contenuti di originali agli altri membri del team e fai brainstorming di eventi unici creativi per mantenere uniche le tue storie.

Per aiutare a diversificare i tuoi contenuti e intrigare i tuoi visitatori, invita i membri del tuo team a inviare immagini e idee e chiedi ad altre persone di “ospitare” di volta in volta le storie di Snapchat. È inoltre possibile pianificare contenuti esclusivi per eventi aziendali o feste di social media.

6. I tuoi scatti non sono creativi

Il problema: le tue storie sono semplicemente immagini point-and-shoot.

La soluzione: usa disegni, adesivi, emoji, filtri e lenti.

Snapchat è troppo divertente per semplificare le cose. Invece di scattare e pubblicare foto e video grezzi, assicurati di esplorare le diverse funzioni creative per rendere i tuoi contenuti più unici.

Utilizza le funzioni creative con moderazione e non esagerare. Geofiltri, emoji e obiettivi sono modi divertenti per rendere un selfie più interessante, aggiungere un contesto a uno Snap o mostrare il lato più leggero del tuo marchio.

7. Le tue storie richiedono audio

Il problema: gli spettatori devono alzare il volume per ottenere il messaggio delle tue storie.

La soluzione: usa il testo e la scrittura in modo che i video possano essere consumati con o senza audio.

La maggior parte dei video sui social media viene guardata mentre gli utenti stanno scorrendo i loro feed, dove i video vengono riprodotti automaticamente in modalità silenziosa a meno che l’utente non clicchi per alzare il volume. Cosa significa questo? I tuoi video su Snapchat devono essere avvincenti e comunicativi anche senza audio.

Usa didascalie, scarabocchi, emoji e filtri per far sì che le tue immagini dicano 1000 parole, senza che i tuoi follower debbano collegare le cuffie. Se hai bisogno di molto testo o narrazione per spiegare il tuo punto di vista, non significa che sia una brutta storia – potrebbe non essere la soluzione migliore per Snapchat. Considera invece un post su un’altra piattaforma di social media testuale, come Facebook o Instagram.

Ecco un esempio di una storia completa su Snapchat da Sephora. Ovviamente si capisce meglio alzando il volume, ma gli spettatori ottengono comunque tutte le informazioni di cui hanno bisogno solo guardando:

8. Non stai registrando metriche importanti della storia

Il problema: stai registrando solo visualizzazioni di storie e schermate

La soluzione: tieni traccia delle percentuali di clic per analizzare in che modo gli spettatori apprezzano i tuoi scatti.

Le analisi di Snapchat lasciano a desiderare per gli operatori di marketing che vogliono monitorare crescita e coinvolgimento. Allo stato attuale, gli operatori di marketing possono solo tenere traccia del numero di visualizzazioni di storie e schermate acquisite dalle loro storie su Snapchat, e questi numeri devono essere registrati manualmente nelle 24 ore precedenti alla scomparsa di una storia.

Un’altra metrica preziosa che non è così evidente? Modifica della percentuale di clic della storia. Se pubblichi uno Snapchat Story composto da 10 snap separati, analizza il numero di visualizzazioni ricevute dal primo snap rispetto al tuo ultimo snap. Se il numero di visualizzazioni diminuisce nel corso dell’intera storia, questo è un segno che i follower stanno toccando il primo o il secondo scatto – e poi se ne vanno via.Puoi calcolare approssimativamente questo sottraendo il numero di visualizzazioni dell’ultimo snap dal numero di visualizzazioni del primo snap. Ad esempio, se il tuo primo Snap ha ottenuto 100 visualizzazioni e il tuo Snap finale ha ottenuto solo 80 visualizzazioni, la percentuale di clic è diminuita del 20%.

Analizzando questo, oltre al tuo numero di visualizzazioni e altri impegni, avrai un’idea di chi sta guardando le tue storie dall’inizio alla fine.

Felice Snapping

Queste sono solo alcune idee su come creare storie Snapchat avvincenti e accattivanti per il tuo marchio. Ti suggeriamo di riferirti spesso al suggerimento n. 3 e analizzare come i tuoi follower interagiscono con i tuoi contenuti.