Mentre Google ci tiene al passo con tutti gli aggiornamenti degli algoritmi che continuano a trasmettere, una cosa è abbastanza coerente per i marketer inbound che cercano di ottimizzare i loro siti web per la ricerca: la ricerca di parole chiave.

Che cos’è la ricerca di keyword?

La ricerca per parole chiave è il processo di analisi dei termini effettivi di ricerca che le persone inseriscono nei loro motori di ricerca. L’intuizione che puoi ottenere in questi termini di ricerca effettivi può aiutare a informare la strategia sui contenuti e la tua strategia di marketing digitale più ampia.

La ricerca di parole chiave ti dice quali argomenti interessano alle persone e, assumendo che tu usi lo strumento SEO giusto, quanto sono popolari questi argomenti tra il tuo pubblico. Ricercando parole chiave che ottengono un volume elevato di ricerche al mese, è possibile identificare e ordinare i contenuti in argomenti in cui si desidera creare contenuti. Ricercando le parole chiave in base alla loro popolarità, volume di ricerca e intenti generali, puoi affrontare le domande a cui la maggior parte delle persone del tuo pubblico desidera ricevere risposta.

In che modo l’intento influisce sulla ricerca per parole chiave?

L’intento dell’utente è ora uno dei fattori più cruciali sui motori di ricerca come Google. È facile prendere le parole chiave per valore nominale però sfortunatamente queste possono avere molti significati diversi. Poiché l’intento di una ricerca è così importante per il tuo potenziale di posizionamento, devi essere estremamente attento a come interpretare le parole chiave che hai scelto come target.

Diciamo, ad esempio, che stai cercando la parola chiave “come avviare un blog” per un articolo che desideri creare. “Blog” può significare un post di blog o il sito web stesso del blog e l’intento di un ricercatore dietro quella parola chiave influenzerà la direzione del tuo articolo. Il ricercatore desidera imparare come avviare un singolo post sul blog? O vogliono sapere come effettivamente lanciare un dominio del sito web ai fini del blogging? Se la tua strategia per i contenuti ha come target solo le persone interessate a questi ultimi, dovrai accertarti dell’intenzione della parola chiave prima di eseguirla.

Per verificare quale sia l’intento di un utente in una parola chiave, è una buona idea inserire semplicemente questa parola chiave in un motore di ricerca e vedere quali tipi di risultati emergono.

Nell’articolo (clicca qui per leggere la II parte) cerchiamo di elaborare un processo di ricerca per parole chiave che puoi seguire per trovare e restringere un elenco di termini che dovresti scegliere come target. In questo modo, sarai in grado di stabilire ed eseguire una strategia di parole chiave forte che ti aiuti a trovare i termini di ricerca che ti interessano.

Passaggio 1: crea un elenco di argomenti importanti e pertinenti in base a ciò che conosci della tua attività

Per dare il via a questo processo, pensa agli argomenti che vuoi classificare in termini di bucket generici. Ti verranno proposti circa 5-10 bucket tematici che ritieni importanti per la tua attività, quindi li utilizzerai per aiutarti a trovare alcune parole chiave specifiche più avanti nel processo.

Se sei un blogger abituale, questi sono probabilmente gli argomenti su cui scrivi più frequentemente. O forse sono gli argomenti che si presentano maggiormente nelle conversazioni di vendita. Mettiti nei panni dei tuoi acquirenti personas – quali tipi di argomenti cercherà il tuo pubblico di destinazione per il quale desideri che venga trovata la tua attività? Se tu fossi un’azienda come HubSpot, ad esempio, vendendo software di marketing potresti avere bucket di argomenti generali come:

  • inbound marketing (21K)
  • blogging (19K)
  • email marketing (30K)
  • lead generation (17K)
  • SEO (214K)
  • social media marketing (71K)
  • marketing analytics (6.2K)
  • marketing automation (8.5K)

Vedi quei numeri tra parentesi alla destra di ogni parola chiave? Questo è il loro volume di ricerca mensile. Questi dati ti consentono di valutare l’importanza di questi argomenti per il tuo pubblico e il numero di diversi sotto-argomenti di cui potresti aver bisogno per creare contenuti per avere successo con quella parola chiave.

Passaggio 2: compilare i bucket di argomento con le parole chiave

Ora che hai alcuni bucket di argomenti su cui concentrarti, è il momento di identificare alcune parole chiave che vi rientrano. Si tratta di frasi chiave che ritieni siano importanti per la classificazione nelle SERP (pagine dei risultati dei motori di ricerca) perché il tuo cliente target sta probabilmente conducendo ricerche per quei termini specifici.

Ad esempio prendendo il bucket dell’ultimo argomento per una società di software di Inbound Marketing – “automazione del marketing” – prendiamo alcune frasi di parole chiave che pensiamo che le persone avrebbero digitato in relazione a quell’argomento. Questi potrebbero includere:

  • strumenti di automazione del marketing
  • come utilizzare il software di automazione del marketing
  • cos’è l’automazione del marketing?
  • come dire se ho bisogno di software di automazione del marketing
  • allevare il piombo
  • automazione dell’email marketing
  • i migliori strumenti di automazione

Il punto di questo passaggio non è quello di trovare il tuo elenco finale di frasi di parole chiave. Restringeremo le liste più avanti nel processo in modo da avere qualcosa di troppo maneggevole. Una volta che hai il tuo elenco finale, ci sono diversi strumenti basati sui dati disponibili per scoprire quali sono le parole chiave per le quali è più probabile classificarle.

Anche se sempre più parole chiave vengono crittografate da Google ogni giorno, un altro modo intelligente per inventare idee per le parole chiave è capire quali parole chiave sono già state trovate per il tuo sito web. Per fare questo, avrai bisogno di un software di analisi dei siti web come Google Analytics o il rapporto Sorgenti di HubSpot, disponibile nello strumento di analisi del traffico. Esamina in profondità le sorgenti di traffico del tuo sito web e setaccia il tuo segmento di traffico di ricerca organico per identificare le parole chiave utilizzate dagli utenti per arrivare al tuo sito.

Ripeti questo esercizio per tutti i bucket di argomento che hai. E ricorda, se hai problemi a trovare termini di ricerca pertinenti, puoi sempre rivolgerti ai tuoi colleghi che si occupano di clienti e chiedere loro quali tipi di termini usano i loro clienti potenziali.

Passaggio 3: termini di ricerca relativi alla ricerca

Questo è un passo creativo che potresti aver già pensato quando facevi ricerca per parole chiave. In caso contrario, è un ottimo modo per compilare tali elenchi. Se hai difficoltà a pensare a più parole chiave, le persone potrebbero cercare un argomento specifico, andare su Google.com e dare un’occhiata ai termini di ricerca correlati che appaiono quando si inserisce una parola chiave. Quando digiti la frase e scorri fino in fondo ai risultati di Google, noterai alcuni suggerimenti per le ricerche correlate all’input originale. Queste parole chiave possono suscitare idee per altre parole chiave che potresti voler prendere in considerazione.